Newsletter

Comitato Consultivo

Un gruppo internazionale, di alto profilo

Il Comitato Consultivo di eBRIDGE è costituito da un gruppo di sette esperti selezionati da rilevanti settori correlati alla mobilità elettrica, all'efficienza energetica e al trasporto pubblico.

Il Comitato Consultivo è formato da rappresentanti del settore industriale (infrastrutture di rifornimento e di ricarica), aziende pubbliche (agenzie energetiche, autorità pubbliche, associazioni e ricerca del trasporto pubblico) così come da esperti di alto livello nel settore della mobilità elettrica.

Il Comitato Consultivo metterà a disposizione conoscenze teoriche e pratiche e sarà d'aiuto per incrementare la qualità dei risultati, agevolare il raggiungimento degli obiettivi e contribuire a un'efficace diffusione delle attività e dei risultati raggiunti.

Chi sono i membri del Comitato Consultivo

Network

La sezione Network di eBRIDGE ti dà il benvenuto. Qui troverai aggiornamenti sulla rete e altro materiale interessante.

Attività principali

Dagli studi all'azione

Le attività principali di eBRIDGE sono strutturate in:

  • Analisi di mercato
  • Realizzazione
  • Verifica
  • Diffusione

Analisi di Mercato

Analizzeremo la situazione attuale e i trend delle flotte elettriche nelle regioni target di eBRIDGE, valutando le informazioni su tutte le questioni rilevanti (la visione del mercato, le migliori pratiche, il quadro normativo, le politiche, l'impatto sull'ambiente).

Identificheremo le linee guida, gli ostacoli e le maggiori sfide all'introduzione dei veicoli elettrici nelle flotte urbane per il trasporto dei passeggeri e dei pendolari.

Sulla base di questi elementi valuteremo il potenziale mercato della mobilità elettrica, soprattutto in relazione all'offerta delle flotte, su cui si basa l'intero progetto.

Differenze e peculiarità proprie degli ecosistemi di mercato aiuteranno a valutare l'applicabilità di soluzioni locali in altri contesti e regioni.

Realizzazione

Seguiremo sette progetti pilota a Berlino (Germania), in alcuni comuni austriaci (Austria), a Vigo (Spagna), a Valencia (Spagna), a Milano (Italia), a Carmarthen (Regno Unito) e a Lisbona (Portogallo). Prenderemo in considerazione le prestazioni delle flotte elettriche e la loro introduzione nel mercato, valutandone il funzionamento e il livello di accettazione degli utenti.

I progetti di eBRIDGE (li chiameremo “Drivers of Change”) saranno la risposta a ostacoli specifici e alle necessità locali delle flotte elettriche esistenti. Verteranno essenzialmente nella creazione di nuovi concetti di utilizzo, nel monitoraggio d'uso, in processi di verifica, in attività di comunicazione rivolte ai target group e a potenziali utenti. I risultati saranno la base per: sviluppare e migliorare modelli di business; prendere in considerazione le infrastrutture (principalmente quelle di ricarica ma anche, per esempio, i luoghi di parcheggio per il car sharing): misurare l'impronta di carbonio delle flotte, gli aspetti tecnologici rilevanti e le politiche locali.

Verifica

Nel corso del progetto analizzeremo i probabili impatti a breve e a lungo termine, che avverranno a progetto concluso. Valuteremo la possibile duplicazione, fattibilità e riproducibilità su scala industriale, sviluppando modelli per potenziare le soluzioni.

Le attività di verifica si focalizzeranno sul raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Capire come gli utenti attuali e potenziali percepiscono le flotte elettriche e i modelli di business della mobilità elettrica.
  • Individuare, fra gli utilizzatori attuali e potenziali, i segnali degli ostacoli ai modelli di partecipazione della mobilità elettrica. 
  • Valutare il cambiamento di comportamenti (inclusi l'adozione e l'uso di veicoli) quale risultato del potenziamento delle esperienze di eBRIDGE.
  • Misurare gli impatti immediati e a lungo termine dei progetti pilota di eBRIDGE, includendo le ripercussioni economiche, sociali e ambientali.
  • Sviluppare scenari che valutino la possibilità di modelli di mobilità elettrica su larga scala, rilevanti per il raggiungimento di obiettivi a livello locale, regionale ed europeo.

Diffusione

In una prima fase promuoveremo eBRIDGE e permetteremo alle persone e ai target group (operatori di flotte, aziende, utilizzatori d'auto, urbanisti, esperti dei trasporti, docenti e associazioni) di conoscere i suoi obiettivi, risultati e produzioni previste.

Realizzeremo varie attività di comunicazione e divulgazione, basate innanzitutto sul sito di eBRIDGE e poi attraverso i social network, blog, il coinvolgimento in newsgroup, eventi locali e nazionali, workshop e conferenze.

La divulgazione di eBRIDGE e un approccio basato sulla comunicazione in rete hanno lo scopo di migliorare e incrementare le reti esistenti sulla mobilità sostenibile, le città intelligenti, i veicoli elettrici e a risparmio di energia, la collaborazione per avviare attività e scambi fra comunità.

Infine, promuoveremo il trasferimento e lo scambio di conoscenze e la diffusione dei risultati di eBRIDGE, a partire da una vasta distribuzione dello Start Up Kit e delle linee guida per le flotte elettriche.

Fatti rilevanti

Programma INTELLIGENT ENERGY EUROPE

CODICE IDENTIFICATIVO

IEE/12/713/SI2.644746

AZIONE PRINCIPALE

Veicoli e carburanti alternativi

TITOLO COMPLETO

eBRIDGE: potenziare le flotte elettriche per il lavoro e il tempo libero in città

COORDINATORE

choice GmbH
Klosterstraße 71
10179 Berlin - Germany

BUDGET COMPLESSIVO

1.735.142,00 €

FONDI EC

1.301.356,50 €

PROGRAMMA

Aprile 2013 - Marzo 2016

13 PARTNERS

  • choice GmbH (CHOICE) - Germany
  • DB FuhrparkService GmbH (DB-FPS) - Germania
  • Forschungsgesellschaft Mobilität - Austrian Mobility Research gem. GmbH (FGM-AMOR) - Austria
  • I Nova Consultores en Excelencia e Innovación Estratégica, S.L. (INOVA) - Spagna
  • Galician Cluster of Automotive Companies (CEAGA) - Spagna
  • Movilidad Urbana Sostenible, S.L. (MOVUS) - Spagna
  • Comunitat Autònoma de les Illes Balears (CAIB) - Spagna
  • Fondazione Legambiente Innovazione (FLI) - Italia
  • Azienda Trasporti Milanesi S.p.A. (ATM) - Italia
  • Occam (OCCAM) - Portogallo
  • Câmara Municipal de Lisboa (CML) - Portogallo
  • Cardiff University (CU) - Regno Unito

 

PRODUZIONE PRINCIPALE 

  • Start Up Kit eBRIDGE con strumenti e linee guida
  • Soluzioni di nuova generazione, per agevolare l'utilizzo di offerte dell'auto elettrica
  • Incremento della notorietà e campagne di marketing rivolte a utilizzatori d'auto, responsabili flotte e importanti stakeholders
  • Sviluppo e condivisione di conoscenze ed espansione delle reti
  • Scenari per incrementare l'impatto delle flotte elettriche
  • Strumenti divulgativi

Introduzione

eBRIDGE - Mobilità Urbana 2020: potenziare le flotte elettriche nelle città europee

La mobilità è un bisogno universale e un incentivo allo sviluppo economico. Le città europee devono consentire a migliaia di persone e beni di muoversi ogni giorno, rendendo l'esistenza eccitante, ma anche una sfida. Traffico, pessima qualità dell'aria, frastuono e costanti ritardi riducono la qualità della vita, ne aumentano i costi e sono la routine quotidiana dei cittadini. In eBRIDGE pensiamo che ci siano modi più intelligenti di muoversi in città e li definiamo Mobilità Urbana 2020.

eBRIDGE è un progetto co-finanziato dall'Unione Europea, per promuovere le flotte elettriche e gli spostamenti urbani nelle città europee. Intendiamo portare innovazione e nuove tecnologie per trasformare la mobilità odierna in una più pulita, efficiente e sostenibile.

Nel corso di eBRIDGE esploreremo le alternative agli attuali modelli di spostamento e  cercheremo di capire se la mobilità elettrica è un'opzione percorribile, in grado di rendere le città luoghi più vivibili, vivaci, con servizi di trasporto di elevata qualità per i cittadini e una vita più piacevole.

Di che cosa si occupa eBRIDGE?

Sebbene i veicoli elettrici rispondano a tutte le richieste per essere fra i maggiori protagonisti del trasporto urbano di un prossimo futuro  - sono puliti, efficienti, silenziosi e implicano bassi costi di manutenzione - occorre abbattere grandi ostacoli alla loro diffusione, fra cui lo scarso consenso degli utenti, dovuto anche a costi d'acquisto più elevati rispetto a quelli delle auto convenzionali.

A certe condizioni e con chiare politiche in atto, per esempio una crescente percentuale di risorse d'energia rinnovabile nel mix dell'elettricità europea e l'introduzione di innovativi concetti di mobilità urbana, i veicoli elettrici possono contribuire a superare questo impasse e a promuovere la mobilità sostenibile.

eBRIDGE vuol dimostrare come l'introduzione dei veicoli elettrici nelle flotte per spostamenti urbani di lavoro e di piacere possa contribuire a migliorare il mercato della mobilità elettrica.

Vogliamo convertire le flotte urbane all'elettrico e incoraggiare questo sistema di motorizzazione fra gli utilizzatori d'auto e i responsabili flotte di aziende pubbliche e private, offrendo loro ottimi servizi e coinvolgendoli con azioni di marketing e promozioni mirate.

Il progetto è iniziato ufficialmente nell'Aprile 2013 e finirà nel Marzo 2016. Sette casi di studio - definiti "Drivers of Change" - con eterogenee condizioni di partenza assicurano risultati a largo spettro.

Berlino, una selezione di comuni austriaci, Vigo, Valencia - Palma, Milano, Lisbona e il Carmarthenshire stanno sviluppando azioni per migliorare le prestazioni delle flotte, testare e lanciare soluzioni che aumentino la convenienza e la facilità d'uso dell'offerta di car sharing e che incrementino la notorietà fra i target group e stakeholders rilevanti, coinvolgendoli con azioni di marketing che promuovono la mobilità elettrica per gli spostamenti in città e da pendolari.

Il Team

Il team di eBRIDGE è costituito da 13 partner provenienti da diversi Paesi: Germania, Austria, Spagna, Italia, Portogallo e Regno Unito. Ne fanno parte tecnici esperti, docenti universitari, associazioni, pubbliche amministrazioni, aziende del settore mobilità, operatori dei trasporti pubblici e del car sharing.

Produzioni

Le produzioni di eBRIDGE hanno lo scopo di invitare i responsabili flotte e gli utilizzatori d'auto alla mobilità elettrica.

  • Start Up Kit eBRIDGE - Linee guida e Toolkit per assistere gli attori chiave ad aumentare i veicoli elettrici nelle loro flotte, così come a migliorare le misure di potenziamento delle prestazioni complessive.
  • Azioni per incrementare il numero degli stakeholders interessati e di coloro che decidono presso aziende, autorità locali e istituzioni, affinché portino i veicoli elettrici nelle loro flotte e/o introducano una flotta elettrica.
  • Azioni per favorire l'abitudine alla mobilità elettrica e per introdurla come opzione all'interno delle decisioni quotidiane di viaggio. Gli utilizzatori d'auto, indipendentemente dallo scopo degli spostamenti, si sentiranno più a loro agio a usare i veicoli elettrici. 

Berlino

Berlino, capitale della Germania, è una metropoli con 3,3 milioni di abitanti. Città in continua trasformazione, è terreno fertile per la ricerca e per l’innovazione. Una fitta rete di trasporti, pochi possessori d’auto e un sistema di car sharing con oltre 3.500 veicoli rappresentano l’ideale punto di partenza di nuovi concetti di mobilità.

Comuni austriaci

A differenza della tendenza globale, il car sharing in Austria è rimasto statico negli ultimi 15 anni. L’introduzione della mobilità elettrica da un lato e l’ingresso di nuovi operatori dall’altro hanno rivitalizzato il settore.

Vigo

Vigo è una grande città situata nella provincia di Pontevedra, nella costa nord ovest della Spagna. Come città portuale, Vigo gioca un ruolo strategico per il turismo regionale e per le solide infrastrutture di trasporto che ne fanno un punto nevralgico della Galizia e del nord del vicino Portogallo.

Valencia - Palma

L'area metropolitana di Valencia, con 1.700.000 abitanti, è il terzo maggior agglomerato urbano in Spagna. Negli utlimi anni la regione ha fatto notevoli investimenti per migliorare il trasporto urbano con il compito di promuovere l’uso di modalità sostenibili di trasporto.

Milano

Milano, nell’Italia settentrionale, è la seconda città d’Italia per dimensione e capoluogo della Lombardia. Si estende per 182 km2 e conta 1.350.000 abitanti. Nel 2015 ospita EXPO, evento per il quale si prevedono circa 20 milioni di visitatori nel corso dell’anno. Ha perciò pianificato un rafforzamento del sistema di trasporto urbano e introdotto una zona a traffico limitato e a pagamento per gli automobilisti, la cosidetta Area C.

Lisbona

Lisbona è la capitale del Portogallo, con una popolazione di 547.773 abitanti. La città si trova sulla riva destra del fiume Tagus, nel cuore del Paese, essendo il suo maggior centro economico e politico, cosmopolita e dinamico, come risultato di centinaia di spostamenti quotidiani registrati dalla sua popolazione fluttuante e residente.

Carmarthenshire

Carmarthenshire è una delle 22 divisioni amministrative (Contee) del Galles. È la terza Contea gallese per dimensioni e la quarta per popolazione (183.000 abitanti).

footer